Arredare con il Passato – Vintage e Arredamento

arredamento-divano-sofa-vintage-furniture-museum

Sicuramente, molti di voi nello svuotare cantine e soffitte avranno dato occhiate di sdegno a vecchi mobili e polverose suppellettili, che avranno preso rapidamente la strada verso un’ingloriosa fine nelle isole ecologiche.
Niente di più sbagliato! Considerando che negli ultimi anni l’utilizzo di mobili vintage sta diventando una vera e propria moda, tanto che molte delle più importanti marche di design stanno riproponendo vecchi modelli vintage in nuove versioni, avremo sicuramente gettato nei cassonetti tanti bei soldoni!

Tecnicamente, si definisce ‘vintage‘ un oggetto o un mobile (nel campo dell’arredamento), che sia stato prodotto almeno vent’anni prima del momento attuale (e qui, propongo una semplice differenza con rétro). Il vocabolo vintage deriva dal francese antico ‘vendenge‘ (l’age du vin), indicante in senso generico i vini d’annata di pregio.
Il termine, quindi, fu coniato inizialmente per i vini prodotti nelle annate migliori ed è poi divenuto sinonimo dell’espressione d’annata. Successivamente, fu applicato anche per gli altri oggetti, sia nel campo dell’arredamento, che in quello della moda o delle automobili, per contraddistinguere prodotti di valore e di qualità. Lo stile vintage rappresenta, quindi, l’essenza del… ricordo.

macinini-pepe-caffe-vintage-dettagli-design-interni

Ciò che principalmente caratterizza questi arredi è la loro unicità, data sia dal periodo che dallo stato di conservazione. Dal divano alla lampada, dal tavolo alla sedia, sono infinite le tipologie di mobili ed ‘oggetti  vintage‘, che fanno parte, più o meno, di un passato lontano. Partendo dalla stanza da bagno, l’elemento che caratterizza il vivere vintage è la vasca in ghisa con i piedi a ‘zampa di leone, oppure le mattonelline rettangolari in tinte pastello. Per la cucina, gli appassionati opteranno invece per credenze con pareti vetrate, mobili in formica coloratissima, esili gambe metalliche o anche piccole raccolte di macinini da caffè.
Il divano vintage, invece, può essere il pezzo forte di un arredamento ispirato magari al decennio preferito. Si passa, per esempio, dalla chaise-lounge di Le Corbusier rivestita in cavallino, al rosso divano Bocca ed altri ancora. Per i lampadari c’è da dire che sono in voga quelli della nonna, o dorati o bronzati, che una volta rivisitati, magari dipinti in colori spiritosi o bianchi shabby, acquistano nuova vita, o anche il classico lampadario con ventilatore a pale di legno. La filosofia, quindi, di questa moda è quello di mescolare il modernariato con gli arredi del passato, usati tra gli anni ’30 e gli anni’70.

Il mercato è fiorente e sta entusiasmando migliaia di persone che ormai scelgono questo stile per arredare case.

Ultimo consiglio: se la ricerca avviene da rigattieri o nei mercatini, è bene verificare che l’uso o gli anni trascorsi in soffitta non abbiano alterato le condizioni dei mobili, specialmente dall’attacco dei… tarli.